Sterilizzatore UV, a raggi ultravioletti

COSA SONO E A COSA SERVONO GLI STERILIZZATORI UVC?

La piccola porzione di spettro elettromagnetico avente lunghezze d’onda comprese tra i 100 e i 400 nm (millesimi di micron) viene definita come intervallo della radiazione ultravioletta; gli UV-C fanno parte del sottointervallo caratterizzato dalle lunghezze d’onda comprese tra i 100 e i 280 nm. Onde elettromagnetiche di diversa lunghezza d’onda ed ampiezza inducono interazioni con la materia di varia natura, particolarmente interessante, grazie al suo spiccato potere germicida, è la radiazione UV-C con l= 254nm.

 


L’elevato potere germicida di questa lunghezza d’onda va ricercato nel DNA e nel legame dei suoi componenti fondamentali (nucleotidi). Il DNA è una macromolecola presente in ogni organismo vivente nella quale risiedono tutte le informazioni necessarie per la vita e la riproduzione. L’alterazione, indotta da radiazione UV-C, di alcuni legami chimici presenti tra i nucleotidi è in grado di cambiare l’informazione contenuta e trasmessa dal DNA, tali modificazioni ne impediscono la normale attività il che conduce irreversibilmente alla morte cellulare.

Per risultare efficace ai fini della sterilizzazione un’onda elettromagnetica, oltre che essere di un certo tipo (l= 254nm), deve possedere anche un valore minimo d’intensità per potere assicurare un dosaggio minimo all’acqua. Questo dosaggio dipende molto dal tipo di contaminazione presente nell’acqua ma in generale un impianto deve avere sempre un dosaggio superiore a 300 J/m2. Un impianto di disinfezione UV correttamente dimensionato è in grado di impartire all’acqua un dosaggio sufficiente ad abbattere la quasi totalità dei più comuni microrganismi presenti nell’acqua.

In natura i raggi UV-C fanno parte della radiazione cosmica secondaria la quale, interagendo con gli strati alti dell’atmosfera terrestre, genera ozono e con energia minore arriva al suolo sotto forma di radiazione UV (A+B) abbronzante. Artificialmente i raggi UV-C si producono con l’ausilio di speciali lampade a fluorescenza contenenti vapori di mercurio, tali lampade sono costruite con quarzo purissimo (>99.99% SiO2) trasparente alla luce UV-C che emettono in forma quasi monocromatica (>95% dil =254nm).


CHE VANTAGGI SI HANNO UTILIZZANDO UNO STERILIZZATORE UVC?
Tra i numerosi vantaggi offerti da questo tipo di tecnologia ricordiamo: trattamento ecologico (senza aggiunta di prodotti chimici), senza alterazioni del gusto, nessun pericolo di sovradosaggio e nessuna alterazione delle caratteristiche dell’acqua, azione veloce (senza nessuna vasca di stoccaggio): il tempo è quello di passaggio nello sterilizzatore, compatibilità con le altre tecnologie (filtrazione, addolcimento, etc) per un trattamento completo dell’acqua, economicità e praticità grazie al basso consumo di energia elettrica ed alla poca manutenzione richiesta.

A COSA PRESTARE ATTENZIONE?
Il principale motivo per cui l'efficacia degli sterilizzatori a raggi UV-C può essere compromessa è la presenza nell'acqua di solidi sospesi ed impurità che sono la causa di una drastica diminuzione della trasmittanza della luce UV-C, quindi dell'irraggiamento stesso.

Dove non sia già stato previsto, si rende quindi indispensabile prevedere un gruppo di filtrazione a monte dello sterilizzatore in modo da trattenere sospensioni solide superiori a 50 microns. A seconda della portata e della torbidità dell'acqua si può scegliere una filtrazione mediante cartuccia, una filtrazione mediante filtro multistrato o una combinazione dei due. I nostri filtri a cartucce e multistrato sono idonei per installazione a monte degli sterilizzatori UVC. Selezionate il filtro idoneo al vostro scopo e in caso di dubbi contattate il nostro ufficio tecnico.
I NOSTRI STERILIZZATORI UVC
I nostri sterilizzatori possono essere installati in vari contesti. Le unità più piccole (residenziali) sono destinate ad abitazioni singole, complessi residenziali, condomini e piccoli contesti professionali (ristoranti, bar, laboratori artigianali). Le unità più grandi trovano impiego in ambienti professionali di grandi dimensioni ed aziende produttive.
Lo sterilizzatore è costituito da un contenitore in acciaio inossidabile AISI 304 all'interno del quale è alloggiato uno o più tubi in quarzo (a seconda del modello). All'interno del tubo in quarzo è installata la lampada UVC.
Gli sterilizzatori UVC domestici (fino a 600 lt/h) sono provvisti solo di alimentatore per collegamento diretto alla rete 220V. Gli sterilizzatori UVC residenziali (fino a 2700 lt/h) possono essere forniti con solo alimentatore o con quadro alimentazione e controllo provvisto di display LCD che visualizza le ore di funzionamento ed eventuale anomalia.
Gli sterilizzatori UVC di taglia superiore (industriali) sono tutti dotati di quadro di alimentazione e controllo provvisto di display LCD che visualizza le ore di funzionamento ed eventuale anomalia. Gli sterilizzatori industriali possono essere forniti a richiesta con housing in AISI 316L e con quadro di controllo PLUS che, rispetto al quadro standard, offre un controllo completo del apparecchiatura. Riferirsi alle schede tecniche relative..
Il montaggio è estremamente semplice e necessita solamente di collegamento idraulico dell'acqua in ingresso e in uscita e collegamento dell'alimentatore o del quadro di controllo alla rete 220V.
Tutti gli sterilizzatori sono forniti di manuale di installazione, uso e manutenzione in conformità alle disposizioni legislative comunitarie in materia di apparecchiature elettriche e nazionali in materia di apparecchiature per il trattamento di acque destinate al consumo umano (DM 25/2012 , DM 174/2004 e Dlgs 31/2001). Sono inoltre conformi alle normative CE relative alle apparecchiature in pressione (PED).